Martina Franca (TA)
Dott. ssa M. Grazia Basile
Iscrizione newsletter
slideshow2Slideshow3Slideshow4

Trattamento luce pulsata - tutte le informazioni

Il trattamento di epilazione a luce pulsata nasce come risposta della scienza a uno dei problemi estetici che più attanagliano le donne di ogni età: la crescita dei peli. Provvedere ogni volta alla solita e dolorosa ceretta non è il massimo, dal momento che i peli, spesso, impiegano ben poco tempo a riapparire sulla pelle e a far dimenticare quella meravigliosa sensazione di gambe e braccia lisce e morbide.

La sensazione di prurito e di durezza data dai peli viene invece abbattuta con maggiore efficacia con questo innovativo metodo basato, appunto, sulla luce pulsata. Lo scopo principale della epilazione a luce pulsata consiste nella distruzione della melanina nei peli: con questo stratagemma, infatti, si riescono a causare danni meccanici e termici a ciascun follicolo pilifero, senza effetti spiacevoli sui tessuti circostanti.

Ovviamente, neppure la epilazione a luce pulsata può garantire una eliminazione definitiva, insomma per sempre, dei peli indesiderati: però si è determinato che, dopo un ciclo di circa 5 o 6 trattamenti, la ricrescita dei peli diminuisce di circa l’80%.

È evidente dunque come questa nuova tecnologia abbia scatenato la curiosità e l’interesse di molte donne, molte delle quali oltretutto si dimostrano assolutamente soddisfatte dal metodo della epilazione a luce pulsata, e continuano a utilizzarlo anche dopo le prime positive sedute.

Le condizioni per l’epilazione a luce pulsata
La epilazione a luce pulsata sconta una propria difficoltà nei confronti di determinati tipi di pelli e di peli. Certamente chi si dovesse trovare in queste condizioni non dovrebbe scoraggiarsi: riferitevi sempre al vostro centro estetico per un consulto, e per verificare in concreto se possiate sottoporvi senza problemi al trattamento a luce pulsata.
In particolare, comunque, se volessimo stilare un identikit del candidato ideale alla sottoposizione al trattamento di epilazione a luce pulsata, quelle che seguono sarebbe le caratteristiche richieste:
Pelle chiara: il trattamento applicato a persone con la pelle chiara risulta più efficace nella maggioranza dei casi
Pelo scuro: la luce pulsata, in questo caso, riesce a sfoderare meglio la propria efficacia
La regola generale afferma infatti che la luce pulsata ha effetti migliori su persone che hanno i peli più scuri rispetto alla pelle
La luce pulsata può comunque essere utilizzata su quasi ogni parte del corpo. Fanno eccezione alcune zone del corpo le quali, per la loro delicata funzione o per la vicinanza a organi delicati, devono essere escluse, e cioè l’area dei genitali, le zone prossime agli occhi, la barba maschile e il cuoio capelluto.

Il funzionamento della epilazione a luce pulsata
Il trattamento di epilazione a luce pulsata viene effettuato mediante una particolare apparecchiatura elettronica detta IPL (o Intense Pulsed Light). che basa il suo funzionamento sul processo cosiddetto di fototermolisi: ciò consiste nel riscaldamento selettivo del follicolo, determinato dalla applicazione di energia luminosa.
Come già abbiamo avuto modo di accennare prima, la melanina contenuta nel follicolo pilifero assorbe la luce emessa dalla apparecchiatura elettronica, denaturando la struttura del bulbo in seguito all’accumularsi di calore. La sicurezza del metodo è data dal fatto che il processo di fototermolisi coinvolge solamente i tessuti pigmentati, sicché la pelle ne rimane esentata: i nei, che altrimenti rischierebbero di esserne coinvolti, vengono protetti con una matita bianca dermografica.
L’obiettivo particolare della epilazione a luce pulsata, allora, non consiste solo nell’abbattimento temporaneo e contingente del singolo pelo, bensì nell’attacco con calore che viene portato alla matrice, posta all’interno del follicolo pilifero. È infatti tale matrice a essere responsabile della ricrescita del pelo e, se colpita con sufficiente calore, può essere disattivata anche per un lungo periodo di tempo.
Ovviamente, i peli che andranno successivamente a nascere e che non sono collegati alla matrice coinvolta non verranno abbattuti, sicché si renderanno necessarie anche successive e ulteriori seduti di epilazione a luce pulsata per completare correttamente l’opera così iniziata.

La seduta di luce pulsata
Una seduta di epilazione a luce pulsata ha una durata variabile dai 30 minuti ai 60 minuti in totale. Ovviamente, infatti, la complessiva durata dipende dalla minore o maggiore ampiezza della area del corpo considerata per la epilazione richiesta.